6 Cose Importanti Da Sapere sulla SEO (e che nessuno ti dice)

postato in: SEO | 0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Miti SEO

Quali sono le cose importanti da sapere sulla SEO? E perché nessuno te le dice, facendoti credere che è tutto semplice, veloce e soprattutto che porta risultati, sempre, a tutti?

Hai deciso: punti tutto sulla SEO. Non sai farla ma che fa, imparerai no? Anzi, quasi quasi vai a fare un corso che tanto ce ne sono tantissimi e tutti sono positivissimi e ti dicono che arriverai in prima posizione, farai tanti soldi e diventerai il mago del Web. O magari sei il rappresentante di un’azienda e hai pensato che quello che ti interessa è scalare le posizioni e battere la concorrenza e chissenefrega se la concorrenza ha una strategia di marketing ben strutturata e con la SEO ci fa un brunch ogni tanto per poi dimenticarsene: tu hai deciso che la tua azienda deve essere lì e ci sarà. Costi quel che costi. Anzi, che costi poco per favore.

Tra corsi, tuttologi, manuali da scaricare, libri da leggere che sono già vecchi appena arrivati, consigli spiccioli online non si capisce più niente ma una cosa è certa: le cose che non si dicono sulla SEO, oggi, sono molte di più di quelle che si raccontano e che fanno sembrare questo un mondo semplice, accessibile e soprattutto utile.

Ne ho individuate e riassunte 6, le più comuni e tristemente false, frutto di anni di osservazione, studio e lavoro sul campo.

6 Cose Importanti Da Sapere sulla SEO (e che nessuno ti dice)

La SEO non è fatta solo di keywords

Non si fa SEO basandosi solo sulle keywords e sull’ottimizzazione: esiste la conoscenza del mercato, la capacità di analizzarlo, la conoscenza delle intenzioni dell’utente, parecchia esperienza nell’UX e nell’UED. E, oggi, anche parecchio intuito che deriva dall’aver passato tutte le fasi precedenti della SEO quando appunto le keywords erano tutto. Conosci Google Hummingbird? Ecco, studialo va! Conosci la semantica del Web? Ecco, studiala e poi ne riparliamo. No, Google non ti fa diventare un SEO Specialist e nemmeno il corso figo, dammi retta!

La SEO non è una scienza esatta

Se ti dicono che con le keywords giuste arrivi primo su Google ti stanno ingannando: la SEO non è una scienza esatta e nessuno, nemmeno quelli che raccontano il contrario, conosce gli algoritmi di Google e di altri motori di ricerca. Puoi fare tutte le ricerche keywords che vuoi ma se pensi che questo ti darà la chiave per conquistare Google ti sbagli di brutto. Anche perché se fosse così semplice nessuno di noi che lo fa da decenni lavorerebbe ancora e saremmo tutti alle Seychelles a bere e prendere il sole.

La SEO funziona per tutti

Errore gravissimo, anzi madornale, pensare che la SEO sia per tutti i tipi di siti. Se sei un blogger sei sicuro che la SEO è quello di cui hai bisogno? Non credi forse di aver bisogno di altro? La SEO necessita di un attento lavoro e studio sul tuo target e se porta risultati in aziende appartenenti ad una determinata nicchia, per esempio l’e-commerce (dove è vitale), può essere estremamente negativa in altri ambiti. E qua andiamo al punto 4. Cara azienda e caro blogger, siete proprio sicuri che è la SEO quello che vi serve per decollare?

Con la SEO non si bara

Troppo spesso, complice l’abbondanza di informazioni non organizzate e di persone non preparate che assorbono come spugne cose da cui dovrebbero fuggire, si leggono in giro articoli che si sono posizionati benissimo. Salvo poi scoprire, una volta entrati per leggere, che l’articolo/post parla di tutto tranne di quello che si dice nel titolo o che quello che si nomina nel titolo viene solo affrontato di striscio. Lo sai cosa significa? Che stai sbagliando tutto, che la persona che è entrata per leggere scapperà appena capito il trucchetto, che il bounce rate del tuo sito sarà altissimo e il tuo sito varrà meno di zero. Content is King but good content rules e se parti male finirai male. Ah, le visite da sole contano poco se non convertono laddove il concetto di conversione varia da progetto a progetto, blog inclusi. Caro Blogger, prima pensa al tuo lettore e poi alla SEO e otterrai i risultati che cerchi.

La SEO non è gratis

Anche se ti hanno detto il contrario, fare SEO in maniera seria non è gratis, richiede tempo, soldi e anche parecchio studio. Se all’ultimo corso a cui hai partecipato ti hanno detto che anche tu puoi fare il SEO di professione o puoi applicare i principi della SEO al tuo blog senza fare nessuna fatica ti hanno sonoramente preso in giro: che tu paghi qualcuno o decida tu stesso di fare tutto da solo dovrai calcolare soldi e tempo. Che, spesso, si tramutano in un nulla di fatto soprattutto perché, se non hai la conoscenza adatta, anche se riuscirai a posizionare una pagina o un post ben presto non saprai più come mantenere la posizione e che strategie usare per andare avanti. Ah, senza dimenticare che se non hai gli strumenti per analizzare quello che stai facendo (e non dico la console Google che anche quella se non sai usarla ti è pressoché inutile) i tuoi sforzi saranno pari a zero o comunque, se non misurabili, non avranno molto senso.

Google non è l’unico motore di ricerca

Anche se ci si affanna per arrivare primi su Google, si dovrebbe sempre fare lo sforzo di lavorare per tutti i motori di ricerca, anche Bing per esempio. Perché? Semplice: se hai una strategia integrata devi coprire tutto, se non ce l’hai copri solo quello che vedi e lo fai superficialmente perché non ti interessa il resto.

Last but not least…

… spesso gli articoli più interessanti sono tra le pagine 5 e 10 di Google. Non saranno quelli che ricevono maggiori visite ma sono quelli che convertono meglio, quelli che tengono il lettore incollato e che conseguono il loro scopo: essere utili e convertire intendendo per conversione acquisti, richieste di informazione o fruizione di un’informazione davvero targettizzata.

Detto questo, ti starai chiedendo: quindi la SEO è morta? No, non è morta, anzi: è cambiata, cambia di continuo e si evolve. E’ per questo che non ci si improvvisa conoscitori di SEO: è un po’ come farsi le diagnosi da soli invece di andare dal dottore, salvo poi scoprire che il dottore che ha speso 20 anni della sua vita a studiare il corpo umano, avrebbe risolto la situazione in un secondo… e magari senza medicine!

–>Sei alla ricerca di una consulente SEO con esperienza non solo in Italia ma soprattutto su progetti internazionali? Contattami: posso aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi e a trovare la miglior strategia in base al tuo business e a ciò che vuoi raggiungere. Scrivimi e parliamone!<--

Se secondo te questo articolo è utile e interessante, condividilo su Pinterest
cose seo

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone